Dr.Why Quiz è un gioco a quiz Multiplayer

Mission


Premessa
Il Dr.Why è stato il primo quiz nato per divertire ragazzi in locali pubblici nel lontano 1999, per la prima volta un gremito numero di ragazzi si entusiasmarono di fronte al nostro gioco a quiz dal vivo, siamo cresciuti credendo sempre più fortemente che cultura e gioco possano andare di pari passo ed arrivare molto lontano, quanto? Non lo sappiamo ma siamo consapevoli che non era neanche nelle più rosee delle aspettative che saremmo arrivati dove siamo ora.

Dall'ideatore Claudio Cera
Da un seme è nata una foresta.
“Chi lo avrebbe mai detto” è una piccola frase che ripeto da tempo e a volte mi serve come stimolo quando mi trovo ad affrontare un nuovo progetto che mi sembra troppo grande per potercela fare, mi fermo e come un mantra mi domando “avresti mai pensato di vedere il gioco fuori dal quartiere dove vivevi? In altre regioni? In altri paesi? In altri continenti?” ovviamente la risposta è no e rinvigorito mi rimetto a testa china al lavoro e vado avanti. Credo che difficilmente gli ostacoli che incontrerò oggi saranno più grandi di quelli superati prima. Oggi sono pronto a piantare un nuovo seme senza sapere se nascerà un albero che diventerà foresta ma consapevole che mi aspetta un futuro di soddisfazioni.

Mission
Da adesso userò il plurale e parlerò a nome di chi sta già collaborando al progetto perché non sarò solo e quello che uscirà fuori sarà merito di tutti.
Claudio Cera

La missione che oggi ci impegna a tempo pieno è “creare il più grande gioco a quiz on line” e potete immaginare quanto sia ambizioso e grande l'obiettivo specialmente adesso dove è già tutto disponibile, dove i numeri veri si iniziano a contare dopo il centinaio di milioni, dove l'utente medio è abituato a “cannibalizzare” ogni idea in pochi mesi di vita.
Dr.Why è nato da una idea e con la determinazione è stato realizzato, oggi abbiamo l'esperienza e l'entusiasmo per permettergli di diventare ancora più grande e soprattutto longevo.
C'era qualcosa che ci mancava, ci accorgevamo che stavamo rischiando di perdere terreno con i cibernauti, mancava la “condivisione”, lo abbiamo imparato dalle campagne di mobilitazione on line, dai flash Mob, dalla politica nata sul Web, dai social dove si condivide anche il più intimo segreto, siamo persone e come tali vogliamo essere coinvolti in qualcosa che ci stimola e ci tiene occupati, lo vogliamo far vedere, vogliamo esserne protagonisti.
Da questa scoperta abbiamo rivoluzionato il modo di approccio al progetto e la nostra missione è quella di far conoscere a tutti questo gruppo, questo gioco, questa opportunità.
Ovviamente questo è il nostro modesto parere, forse non sarà condiviso da tutti ma per chi lo vorrà potrà trovare nelle prossime righe qualcosa di interessante.
Se il Dr.Why Quiz fosse solo un gioco a Quiz sarebbe un'idea che già esiste, non è una nostra esclusiva e non siamo stati di certo gli ultimi a sfruttarla, il gioco a quiz è una realtà ma quello che vogliamo fare adesso e molto di più, farlo diventare “IL” Gioco a Quiz.
Il Dr.Why Quiz sarà conosciuto come nessun altro, entrerà con educazione in tutte le case, lo avremo nelle nostre tasche, e sarà ospitato in ogni sito dove si ha voglia di divertimento Culturale, in qualsiasi forma e modo, che sia didattica o sportiva, dalle passioni ai mestieri.
Non vogliamo creare qualcosa che stia in piedi a stento e con le idee segregate nei cassetti a causa di mancanza fondi, non creeremo un sito “No Profit” ma non sarà costoso, ci saranno sempre partite gratuite ma ci impegneremo per dare tanto divertimento a milioni di persone in cambio di un centesimo. Lo vogliamo scrivere nelle 6000 lingue e dialetti dei 189 stati.

Sociale
Uno degli obiettivi della nostra missione è quello di investire nel sociale e nel nostro caso un Sociale Culturale: portare con la scusa del gioco a quiz l'istruzione tra i meno fortunati fino ad arrivare a costruire delle scuole dove migliaia di bambini possano studiare. Immaginate una scuola dove a fine giornata attraverso il gioco si possa effettuare una verifica con domande elaborate dai docenti premiando gli studenti più bravi, facendo leva sul premio, quanti ragazzi con l'innata voglia di competizione si impegneranno per vincerlo? Investire sul Sociale: una parte degli introiti sarà destinata per il sociale e non sarà mai una spesa ma un investimento sulle persone, un investimento sui ragazzi che grazie allo studio un giorno guariranno altre persone, scopriranno nuovi pianeti o diventeranno bravissimi scrittori che faranno sognare i nostri figli, un giorno forse qualcuno giocando ad un gioco a quiz sulla rete scoprirà che la scuola dove ha appreso i primi insegnamenti è stata edificata con i soldi del gioco a quiz a cui sta giocando. Investiremo sulla cultura perché i ragazzi di oggi saranno i nostri giocatori di domani.

Business
Forse con un pò di presunzione, crediamo di poter far contenti tutti, a chi vuole guadagnare denaro, a chi vuole giocare gratis, a chi vorrebbe aiutare gli altri, a chi vorrebbe fare qualcosa e dire un giorno “ho contribuito alla creazione del DrWhy Quiz”.
Daremo una grande opportunità di guadagnare dei soldi a tutti quelli che vorranno partecipe al progetto e sarà diviso in base alla percentuale di apporto che ognuno di noi è disposto a dare allo scopo.
Sali a bordo e allacciati le cinture, le tappe del nostro viaggio ci porteranno a:

  • Far divertire milioni di persone con la cultura;
  • Dare una rendita alle persone che contribuiranno in questa fase di startup, oggi è preziosissimo avere l'aiuto di tutti;
  • Lasciare un segno nella memoria di tutti, una firma su un granello di sabbia con su scritto “c'ero anch'io”.

La possibilità di prendere parte a questo progetto è aperta a tutti, con una idea, con un dollaro oppure con una ora di tempo, presto apriremo una pagina per raccogliere le vostre richieste e dove spiegheremo meglio la nostra idea di business.

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso, all'installazione di tutti o di alcuni cookie, si veda l'informativa sui cookie. Proseguendo la navigazione l'utente presterà il consenso all'uso dei cookie.
Ok acconsento